Skip links

Storia del progetto

La comunità allarga gli orizzonti e definisce i nuovi obiettivi

La comunità allarga gli orizzonti e definisce i nuovi obiettivi

Con l’uscita del nuovo Bando sulle Comunità di Progetto promosse dal GAL Maiella Verde, la Comunità Medio Vastese, dopo una attenta analisi delle attività avviate e concluse inserite nel primo progetto integrato, si dà una nuova veste e definisce nuovi obiettivi. L’intendo è quello di estendere il territorio interessato dagli interventi progettuali all’intero comprensorio dei Monti Frentani abruzzesi, coinvolgendo quindi anche i Comuni dell’Alto Vastese. Tale obiettivo è spiegato dall’esigenza di presentarsi al panorama turistico nazionale ed internazionale come territorio unico, con una offerta varia ma complementare. Tale convinzione è stata confermata dal lavoro svolto dal Gruppo Tecnico che ha provveduto a redigere lo Studio di fattibilità per il progetto del Patto territoriale Trigno Sinello. Oltre al coinvolgimento di quella che potrà essere definita “Comunità dei Monti Frentani” la comunità si pone altri importanti obiettivi, naturale conseguenza del lavoro svolto e che si stà svolgendo sul territorio. In particolare ci si pone i seguenti obiettivi: Sviluppo dell’attività di web marketing e definizione del piano editoriale per i contenuti web e social, con l’obiettivo di iniziare l’opera di collocamento come destinazione turistica nello scenario web nazionale ed internazionale. Tale attività avverrà tramite il popolamento di contenuti del portale ufficiale di promozione turistica del territorio www.visitmontifrentani.it ed i social media ad esso collegati. Creazione di contenuti media (video e foto) per la promozione territoriale da inserire sui principali social, diffondere attraverso testate giornalistiche e televisive, oltre che essere proiettate in specifici eventi, fiere e centri di accoglienza turistica del territorio. Creazione di un Team di professionisti del settore che curi gli aspetti tecnici ed attuativi del progetto e faccia da cabina di regia. Entro 45 giorni dall’approvazione della proposta progettuale da parte del GAL si svolgerà un incontro pubblico tra i componenti della Comunità di progetto per approvare il Progetto integrato e nominare il Coordinatore tecnico del progetto, che avrà l’importante ruolo di mediazione tra i componenti della Comunità, il referenti del GAL Maiella Verde e i professionisti coinvolti nell’attuare le attività e strategie definite nel progetto integrato. Tutti i successivi sviluppi saranno resi noti attraverso il portale della Comunità mediante nuovi comunicati

Il nostro progetto di Comunità di Territorio

Il nostro progetto di Comunità di Territorio

Il progetto di Comunità Territoriale Medio Vastese intende integrare le emergenze culturali, enogastronomiche e tradizionali in un’unica strategia territoriale. In tal modo potranno darsi vicendevolmente valore concorrendo alla creazione di un’offerta turistica di carattere itinerante in cui lo stesso spostarsi da un luogo all’altro, attraverso una mobilità lenta su cammini, sentieri e percorsi ciclabili, sarà elemento caratterizzante della proposta che si intende sviluppare.  Altro aspetto peculiare dell’offerta turistica che si intende promuovere sarà un’accoglienza sui luoghi quanto più genuina ed integrata con le realtà locali in cui i fruitori potranno calarsi attraverso le attività esperienziali che verranno proposte dai singoli portatori di interesse. Sul territorio Medio Vastese già insistono infrastrutture sentieristiche e stradali ed una potenziale offerta di accoglienza esperienziale. Sarà caratteristica del progetto individuare i possibili collegamenti materiali ed immateriali tra l’esistente e rimanere comunque aperti all’integrazione di ulteriori tracciati ed esperienze che, sviluppati anche su altre linee di intervento, potrebbero concorrere a rafforzare ed incrementare la rete.  Oltre gli Enti pubblici, primi promotori del progetto sono le Associazioni Itinerari d’Abruzzo e Centro Studi Alto Vastese da anni impegnate nella promozione, ricerca e valorizzazione del territorio attraverso attività esperienziali. Si prevede l’ulteriore adesione di svariati portatori di interesse tra cui le attività ricettive presenti sul territorio, le associazioni pro loco dei singoli comuni e le realtà che potrebbero collaborare nello svolgimento di attività esperienziali per i turisti.  Il progetto si pone l’obiettivo di creare un sistema unico di fruizione, gestione, promozione e accoglienza turistica dei territori ricadenti all’interno dei Comuni promotori, attraverso la costituzione della presente Comunità.   Tale finalità sarà raggiunta grazie alla “messa a sistema” degli elementi attrattori presenti (naturalistici, culturali, enogastronomici, tradizionali) sia dal punto di vista logistico che promozionale, e con il coinvolgimento delle realtà territoriali coerenti con le finalità del progetto Il Progetto di Comunità Medio Vastese prevede l’avvio di una serie di azioni che sinteticamente si possono riassumere nelle seguenti voci:  – Collegamento delle reti sentieristiche già presenti, in particolar modo di quelle insistenti sui siti S.I.C. dell’area progettuale (Gessi di Lentella, Fiume Trigno Medio e Basso Corso, Monti Frentani e Fiume Treste, Monte Sorbo), per dare continuità ai progetti realizzati a valere sull’asse VI-Tutela e valorizzazione delle risorse naturali (linea 6.5.A.2 “interventi per ridurre la frammentazione degli habitat e mantenere il collegamento ecologico e funzionale”) del POR FESR Abruzzo 2014-2020.  – Realizzazione di una cartina d’insieme per facilitare la fruizione e la comunicazione degli stessi;  – Creazione di un sistema di punti di informazione e accoglienza turistica, i cui operatori riceveranno specifica e mirata formazione;  – Pubblicazione di una piccola guida turistica, dove saranno inseriti gli itinerari del gusto, le esperienze da poter fare, i luoghi di maggiore interesse da visitare, sia dal punto di vista naturalistico che culturale;  – Implementazione degli strumenti di comunicazione quali social network, sito internet, video promozionali, mostre fotografiche e partecipazione a fiere dedicate con il fine di migliorare e potenziare la comunicazione verso l’esterno e catturare i